Montecassino e la sua Abbazia

Montecassino

A Cassino, comune in provincia di Frosinone che sorge a una cinquantina di chilometri dal capoluogo ed accoglie circa 33.000 residenti, troviamo uno dei colli più celebri d'Italia: Montecassino.

Navigare Facile

Attorno ad esso è cresciuta questa città laziale dalla struttura antica, con il suo cuore arroccato sul colle ed il borgo sviluppatosi nella pianura circostante, e proprio al colle che ospita l'Abbazia benedettina il comune di Cassino deve gran parte della sua fama.

Montecassino è, infatti, assai nota in Italia e all'estero per il suo monastero fondato nel 529 da San Benedetto da Norcia, oltre che per i tragici eventi della seconda guerra mondiale i quali hanno visto questo colle laziale fungere da scenario a cruciali battaglie erette a simbolo della devastazione portata dal conflitto.

Nel 1944, tra gennaio e maggio, Montecassino venne distrutta e nemmeno la secolare abbazia fu risparmiata, se non in piccola parte, tuttavia il monastero rinacque in virtù di un intenso lavoro di ricostruzione, grazie al quale possiamo oggi ammirare l'abbazia in forme simili a quelle del passato.

Food

D'altra parte quella della seconda guerra mondiale non fu la sola prova da superare per l'abbazia di Montecassino, già distrutta nel VI secolo dai longobardi, poi nel IX secolo per mano dei saraceni e nel 1349 da un terremoto, ma sempre rinata attorno alle spoglie di San Benedetto e al patrimonio culturale che questo luogo sacro preserva.

Fin dalla sua nascita l'abbazia di Montecassino ha rappresentato uno dei luoghi simbolo della fede, grazie a San Benedetto da Norcia che scelse questo luogo ad oltre 500 metri d'altezza per erigervi il suo monastero, e della cultura, per merito dei tanti monaci che nel corso dei secoli si sono dedicati a ricopiare libri e a creare archivi di rilevanza mondiale.